Funghi sottolio ordinali e non solo

funghi sottolio ordinali e non solo

By 16 Novembre 2016

I funghi sottolio sono un ottimo stuzzichino che possiamo facilmente preparare in casa, basta seguire poche regole.

Instructions

Print
Funghi sottolio ordinali e non solo

funghi sottolio ordinali e non solo

Il fungo ordinale è comunemente conosciuto come fungo delle nebbie.

La sua commestibilità è un pò discussa, ma nonostante questo, viene consumato abbastanza ampiamente.

Le sue carni piuttosto dure, hanno un sapore ed un odore forte ed intenso.

La tossina in realtà è presente da crudo ed è idrosolubile. Con particolari accorgimenti, il fungo può essere mangiato senza problemi.

Basta infatti effettuare la prebollitura, in un ambiente ben ventilato, prima di essere successivamente cucinato secondo la ricetta scelta.

Si raccomanda inoltre di non abusarne.

Per tutte le raccomandazioni inerenti al trattamento di questo fungo, la nebularis, vi rimando comunque a quanto riportato qui da Wikipedia.

Dalle mie parti i funghi ordinali vengono consumati e a me, li ha regalati un amico.

Io attenendomi scrupolosamente alle indicazioni di cui sopra, ho preparato i funghi ordinali sottolio.

La stessa ricetta, può essere utilizzata anche per altri tipi di funghi. In questo casa non va fatta la prebollitura e varia il tempo di cottura ( 8/15 minuti). Io ho sbollentato soltanto con aceto, senz’acqua, perchè come dice mia madre, l’acqua la rilasciano i funghi.

Funghi sottolio ordinali e non solo – procedimento

funghi sottolio ordinali e non solo

Pulire i funghi, eliminare le parti dure. Lavarli sotto l’acqua corrente e sbollentarli in acqua bollente per 30 minuti.

Scolare i funghi e tamponarli un pò, per fare perdere più acqua possibile.

In una pentola mettere l’aceto, fare bollire sul gas ed aggiungere i funghi.

Fare bollire per circa 10 minuti. Togliere i funghi e trasferirli su un canovaccio pulito.

Lasciare raffreddare ed asciugare.

Nel frattempo sterilizzare i vasetti di vetro come indicato qui.

Mettere i funghi nei barattoli, posizionarli a strati e di volta in volta distribuirvi aglio, finocchietto selvatico e peperoncino.

Salare e coprire per bene con olio dal gusto delicato.

Tappare i barattoli di vetro e conservarli in un luogo buio ed asciutto.

Consumare i funghi sottolio ordinali e non solo dopo un mese.

La presenza di:

  • patine o pallini bianchi,
  • gas ( tappo bombato),
  • cattivo odore o il cambiamento di colore dell’olio

lasciano intendere che all’interno del barattolo , si sono formati batteri o il botulino, per cui i funghi sono andati a male.

In tal caso buttare tutto.

Una volta aperti i barattoli di vetro, consumare i funghi in tempi brevi, di volta in volta, coprire i funghi di olio e conservare in frigo.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

8 Responses to Funghi sottolio ordinali e non solo

  1. Avatar
    daniela64

    Sono buonissimi i funghi sott’olio, li preparava una mia vicina , una dolce nonnina che ricordo con affetto . Grazie per la ricetta , ne farò tesoro . Un abbraccio, Daniela.

  2. Avatar
    Ilaria

    Ottima idea per conservare i funghi in eccesso.

  3. Avatar
    Chiara

    proverò con dei funghi diversi, questi non li ho mai visti, grazie per le dritte ! Un abbraccio

  4. Avatar
    Alessandra Barbone

    Anche io faccio sempre i funghi sott’olio, ma questa specie non la conosco, mi sa che qui non si trova!

  5. Avatar
    Fr@

    Devono essere ottimi. Grazie per i consigli.

  6. Avatar
    Rosy

    Che meraviglia Giovanna,sono troppo sfiziosi e meravigliosamente invitanti,adoro i funghi sott’olio ma non ho mai avuto modo di realizzarli..devo rimediare al più presto con la tua ottima ricetta che mi piace e ispira troppo,bravissima come sempre,complimenti:)).
    Un bacione:)).
    Rosy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.