Panini napoletani con pasta madre

Panini napoletani con pasta madre

By 5 Marzo 2015

I panini napoletani sono un classico della tradizione culinaria partenopea. Non sono dei veri e propri panini, ma soffici rustici, ripieni di salumi e formaggi.

Instructions

Print

Panini napoletani con pasta madre.

La cucina napoletana è veramente ricca, non so se preferire il dolce o il salato. Il mio amore per i lievitati, trova nella cucina partenopea molti spunti e tante volte mi sono detta, questa la devo assolutamente provare. Con i panini napoletani è successo proprio così, li ho visti ed ho preso nota. Sul web ne ho lette veramente tante di ricette, io ho voluto dare fiducia ad un maestro  dei lievitati, Raffaele Pignataro, riproducendo la sua versione con la pasta madre. L’impasto molto soffice dato dalla presenza della sugna che non può essere assolutamente sostituita, si lavora facilmente. Io mi sono fatta aiutare dalla planetaria, ma penso che anche a mano non ci siano problemi.

Per quanto riguarda il ripieno, si può scegliere in base ai propri gusti, io non ho messo l’uovo sodo perchè nella mia famiglia non è molto gradito. Come salumi ho utilizzato il salame napoli ed il prosciutto cotto, ma vanno bene anche la pancetta o la mortadella. Per quel che riguarda i formaggi, ho preferito l’emmental al provolone piccante, per non renderlo troppo saporito e per lo stesso motivo non ho usato il pecorino grattugiato. Al di là del sapore, veramente ottimo, la cosa che mi ha colpito di più è il loro profumo che si è diffuso in tutta la casa. I panini napoletani con pasta madre sono sicura che li farò spesso, perchè una volta cotti e lasciati raffreddare, si possono congelare e mio figlio me li ha già chiesti per  merenda da portare a scuola.

Panini napoletani con pasta madre

panini napoletani con pasta madre1

In una ciotola unire il latte con l’acqua. Nella planetaria con il gancio a foglia, sciogliere il lievito madre con parte dei liquidi, aggiungere la farina setacciata, il pepe, la fecola di patate. Impastare e aggiungere a filo il resto dei liquidi.

Una volta ottenuto un composto unito, aggiungere lo strutto morbido ed il sale. Impastare bene fino a quando si ha un composto omogeneo. Potrebbe necessitare altro liquido o altra farina, dipende dalle marche di farina utilizzata.

Ribaltare l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorarlo per altri 5 minuti, finchè non diventa liscio. L’impasto non deve essere appiccicoso, nè troppo morbido.
Trasferire l’impasto in una ciotola e coprire con pellicola trasparente. Io ho usato un canovaccio e si è un pò seccato in superficie.

panini napoletani con pasta madre

panini napoletani con pasta madre

Lasciare lievitare fino al raddoppio. Io dato il periodo, ho impastato la sera e ho lasciato lievitare dalle h 22.00 fino alle h 8.00. In base alla temperatura, i tempi di lievitazione vanno dalle 3 alle 6 ore.
Una volta lievitato, stendere l’impasto con un mattarello sul piano infarinato e ricavare un rettangolo alto un cm circa.

P1060924

Distribuirvi i salumi ed i formaggi spezzettati e spolverare il formaggio grattugiato ed il pepe.

P1060925

Arrotolare dal lato più lungo su se stesso e formare un rotolo.

P1060928

Con un coltello tagliare il rotolo a fette larghe 6 cm circa e posizionarle su una teglia rivestita da carta forno, distanziate fra loro di un paio di cm.

Lasciare lievitare ancora coperti da un panno umido, fino al raddoppio. Io ho fatto lievitare circa 2 ore.

Spennellare la superficie con uovo sbattuto e latte.

P1060930

Cuocere in forno caldo a 200° (io a 190°) per circa 20 minuti.
I panini napoletani con pasta madre si gustano tiepidi, ma sono buoni anche freddi e si mantengono morbidi anche il giorno dopo.

P1060953

 

La pasta madre può essere sostituita con 12 g di lievito di birra.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

15 Responses to Panini napoletani con pasta madre

  1. Avatar
    annalisa

    Che appetitosi Giovanna….complimenti!

  2. Avatar
    Gianni B.

    Ricchi di gusto e sapore, ti ringrazio, un caro saluto.

  3. Avatar
    Chiara

    mi mettono appetito anche a quest’ora, buon fine settimana, un bacione

  4. Avatar
    Rosy (Non solo cucine isolane)

    Giovanna, questi panini sono una vera goduria, che meraviglia:)) mi piacciono tantissimo: l’aspetto è troppo invitante e sono sicuramente gustosissimi..irresistibili….bravissima, ti faccio i miei migliori complimenti:))
    un bacione:))
    Rosy

  5. Avatar
    daniela64

    Belli e golosissimi, sono certa he farebbero la felicità dei miei nipoti. Un abbbraccio, Daniela.

  6. Avatar
    Fr@

    Adoro questa tipologia di panini. Che bontà.

  7. Avatar
    Claudia

    Che spettacolo.. altamenti gustosi!!!!!! Buon w.e. e festa dell’8 marzo 🙂

  8. Avatar
    Ros

    E poi uno si chiede perché al Sud è veramente difficile essere magri ;-)… Da napoletana ti dico che sei stata superlativa, sono magnifici, anche meglio di quelli che trovi nelle rosticcerie. Scusami ma tuo marito non è a dieta!!! Ma poverino :-D, sei una tentatrice!!! Un bacione, cara, e felice fine settimana <3

  9. Avatar
    Audrey

    mamma!!! Giovanna, tu non fai altro che tentarmi e da ieri che ho voglia di mangiare questi super panino, sono troppo invitanti!!! *.*

  10. Avatar
    Luna

    Mamma mia e tu alle 13 mi fai vedere queste golosità e non me ne offri neanche una???? 😀

  11. Avatar
    Silvia

    davvero appetitosi questi panini, sei bravissima ad usare la pasta madre, io ho rinunciato, un abbraccio SILVIA

  12. Avatar
    Laura De Vincentis

    Ma che bontà! Li conosco bene questi panini e mi immagino che fatti con la pasta madre siano ancora più buoni!

  13. Avatar
    Giovanna

    Da napoletana, ti dico che sono perfetti. Brava! Un bacio

  14. Avatar
    Alessandra Barbone

    mi fai sbavare a quest’ora di mattina quando si dovrebbero mangiare le brioche!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.