Tiana catanzarese agnello gratinato

Tiana catanzarese agnello gratinato

By 1 Aprile 2015

Ricetta tipica pasquale catanzarese che prende il suo nome dalla pentola in cui veniva preparata

  • Prep Time : 1 h minutes
  • Cook Time : 20 minutes

Instructions

Print

Tiana catanzarese agnello gratinato

A Pasqua per tradizione, sulle nostre tavole l’agnello non può mancare, è uno degli ingredienti principali. Viene cucinato in diversi modi, in base alle proprie tradizioni. Io vi propongo la tiana catanzarese, ricetta tipica di Catanzaro e non solo, che si prepara nei giorni di festa, a Pasqua in particolare. Preparata con l’agnello o con il capretto, prende il nome dalla pentola di coccio, in cui viene cucinata. Come tutte le ricette tradizionali, ha le sue varianti, ma i suoi ingredienti principali sono comuni a tutte e oltre all’agnello o al capretto, abbiamo i carciofi, le patate ed i piselli. Io questi ultimi non li ho messi, perchè sia io che mio figlio, non li mangiamo. E’ un piatto molto gustoso che vi invito a provare.

Tiana catanzarese agnello gratinato

tiana catanzarese agnello gratinato1

Lavare l’agnello tagliato a pezzi, sotto l’acqua corrente e metterlo a scolare. In un tegame, possibilmente di terracotta, mettere un filo di olio d’oliva e fare soffriggere la cipolla tagliata a fettine sottilissime e gli spicchi di aglio.

Aggiungere l’agnello, il prezzemolo e regolare di sale. Fare consumare un pò e aggiungere il vino bianco. Fare sfumare e continuare la cottura finchè l’agnello sarà diventato tenero.

tiana catanzarese agnello gratinato

tiana catanzarese agnello gratinato

Nel frattempo pulire i carciofi, tagliarli a spicchi e sbollentarli per qualche minuto.

In un altro tegame fare soffriggere un filo di olio d’oliva con la cipolla. Aggiungere i piselli, salare e cucinare per pochi minuti.

Una volta pronti tutti gli ingredienti, nella teglia con l’agnello, distribuire i carciofi e i piselli. Ricoprire con uno strato di patate tagliate a fettine non troppo sottili. Salare, coprire con un coperchio e fare cucinare con poca acqua per circa 10 minuti.

P1060964

In una ciotola mettere il pan grattato, (la mollica tritata di pane raffermo è ancora meglio), il prezzemolo tritato fine, il pecorino ed un pizzico di sale. Mescolare e distribuire sulle patate. Inumidire un pò, versare un filo di olio d’oliva e cuocere in forno caldo a 190° per circa 20 minuti finchè la tiana catanzarese agnello gratinato avrà un bel colore dorato.

Servire subito.

Mia nonna era solita prepararla come piatto unico e tra gli ingredienti aggiungeva anche la pasta di formato corto.

tiana catanzarese agnello gratinato

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

12 Responses to Tiana catanzarese agnello gratinato

  1. Avatar
    Luna

    Gnam non conoscevo questa ricetta ma di sicuro mi piacerebbe tanto 🙂 Buona Pasqua!

  2. Avatar
    Annalisa

    Mmmmmmhhhhhhh che gustosità, bravaaaaaa!!!!!!

  3. Avatar
    Chiara

    una ricetta perfetta per questo periodo di festa ! Un bacione

  4. Avatar
    Silvia

    ha un aspetto assolutamente invitante! Un abbraccio SILVIA

  5. Avatar
    Giovanna

    Non mangio l’agnello, magari la ripropongo col pollo. Un bacio

  6. Avatar
    stefania

    A casa mia l’agnello per pasqua si fa sempre e questa volta dirò a mia mamma di provre la tua ricetta, secondo me ci conquisterà tutti

  7. Avatar
    Rosy (Non solo cucine isolane)

    ho l’acquolina solo a leggere la ricetta e a guardare le foto di questa bontà:)) bravissima Giovanna, l’agnello preparato in questo modo è gustosissimo e mi ispira e attira troppo:)))
    un bacione:))
    Rosy

  8. Avatar
    daniela64

    Una favolosa ricetta , perfetta per il pranzo di Pasqua. Un saluto, Daniela.

  9. Avatar
    Claudia

    Sinceramente la carne di agnello non la amo molto… dipende diciamo da come viene cucinata.. Così potrebbe piacermi.. un baciotto

  10. Avatar
    Lorena

    Che ricetta meravigliosa. Devo dire che man mano che passa il tempo lo cucino sempre meno dopo aver visto un servizio in tv sugli agnelli ma, ogni tanto, mi lascio andare e allora… me lo gusto proprio e devo dire che così cucinato deve essere il massimo.
    Perdonami se passo solo due volte all’anno per gli auguri ma, purtroppo, il tempo non basta mai per seguire tutto.
    Ti auguro quindi una felice Pasqua a te e ai tuoi cari, Lorena

  11. Avatar
    Alessandra Barbone

    Che bontà! io non gradisco molto l’agnello per il suo sapore forte, ma così…

  12. Avatar
    Lauradv

    Non conoscevo questa ricetta e mi sa proprio di buono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.