Gugelhupf

Gugelhupf

By 2 dicembre 2016

Il Gugelhupf è un dolce soffice lievitato ed è considerato l'antenato del panettone.

  • Cook Time : 30 minutes

Ingredients

Instructions

Print
Gugelhupf

gugelhupf

Il Gugelhupf è un dolce lievitato austriaco, diffuso in realtà anche con altri nomi  in paesi diversi.

In Italia con il nome di Kuguluf, è conosciuto come dolce tipico di Trieste, città dove ancora si sente l’influenza austro ungarica.

Il nome proviene dal termine Alto tedesco medio Kugel che significa palla o globo.

E’ considerato l’antenato del panettone.

Ha la forma di una ciambella e solitamente contiene uvetta e mandorle oppure noci e canditi.

Io per fare il Gugelhupf, mi sono fidata dei consigli di Paoletta e ho riproposto la sua versione con le gocce di cioccolato.

In tutta sincerità l’ho preparato lo scorso anno, subito dopo il periodo natalizio, ma per questioni di tempo, non ho pubblicato il post.

Gugelhupf – Procedimento

gugelhupf

Preparare il burro aromatizzato.

In un pentolino mettere 30 g di burro (prelevati dal totale) ed aggiungere la buccia grattugiata del limone e dell’arancia.

Fare sciogliere a fuoco lento, aggiungere i canditi e amalgamare.

Non aggiungere i canditi per chi preferisse come me, la versione con le gocce di cioccolato.

Togliere dal fuoco e coprire con alluminio.

Inserire per ultimo e delicatamente con pochi giri del gancio, nell’impasto.

Preparare l’impasto:

Nella planetaria sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, con il miele e 75 g di farina.

Coprire con la pellicola e fare lievitare 45 minuti.

Aggiungere gli albumi, il resto della farina (lasciandone da parte due cucchiai da usare in caso di necessità), alternandola al latte.

Mescolare con la la lama a foglia a bassa velocità.

Unire il sale ed aumentare la velocità. Incordare ( ci vorranno 10 minuti).

Diminuire la velocità di poco ed aggiungere 1 tuorlo.

Riprendere ad incordare ed aggiungere 2 tuorli e età dello zucchero.

Incordare ancora ed aggiungere l’ultimo tuorlo e lo zucchero rimanente. Continuare ad incordare.

Poco alla volta, unire il burro morbido aumentando la velocità.

Ci vorranno 20/25 minuti per ottenere un impasto lucido e ben incordato.

Gli ultimi 5 minuti inserire il gancio ed aggiungere il burro aromatizzato e per ultime, le gocce di cioccolato.

Per aiutare l’incordatura, dopo il burro, è possibile aggiungere un cucchiaio di farina, non di più.
Trasferire l’impasto in una ciotola, coprire con pellicola e fare lievitare per 40/50 minuti.

Assicurarsi che sia iniziata la lievitazione e mettere in frigo alla temperatura di 7/8° per circa 6/8 ore.
Togliere dal frigo e dopo circa mezz’ora, rovesciare sul tavolo infarinato e fare le pieghe del tipo 2.

pieghe-tipo-2                                                                immagine presa dal web

Spennellare di burro lo stampo e distribuirvi le mandorle per la decorazione.

Trasferire l’impasto nello stampo con la chiusura sotto, con un foro al centro.

Coprire con la pellicola e fare lievitare al riparo da correnti, fino a quando l’impasto arriva al bordo dello stampo.

L’ideale è farlo lievitare nel forno con la luce accesa.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti, su grata medio bassa del forno, perchè cresce molto.

Controllare durante la cottura, eventualmente coprire con un foglio di alluminio.

Il Gugelhupf è cotto quando raggiunge la temperatura di 96° al cuore.

Sfornare e mettere di fianco facendolo ruotare ogni 5 minuti.

Sformare il Gugelhupf freddo, spolverare con lo zucchero a velo e servire.

 

*Paoletta per quanto concerne la farina, consiglia un mix 60% W 400 ed il 40% W330 (oppure il       mix collaudato 50 % W330 e 50% W400)

Se non si trova una manitoba forte come la Lo Conte, con lo stesso assorbimento, è preferibile diminuire il latte a 20/30 g.

 

panissimo-2017-corretto-543x543

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

15 Responses to Gugelhupf

  1. speedy70

    Conosco questo goloso dolce natalizio… complimenti cara sei stata bravissima,è tanto soffice e invitante!!!

  2. Chiara

    è uno dei nostri dolci tradizionali, hai detto bene Giovanna, lo adoro ! Buon we, un bacione

  3. Claudia

    Eh.. ne so qualcosa di questo dolce… proprio ieri avrebbe dovuto lievitare per bene.. e invece la mia pasta madre.. o la temperatura troppo bassa non hanno permesso la sua lievitazione ed è stato un flop.. è venuto fuori una brioche a ciambella!!! Bellissimo e buonisimo il tuo! smack e buon sabato :-*

  4. Silvia

    bello, soffice e molto, molto invitante!! Un abbraccio SILVIA

  5. Rist.Omar

    Delizioso e di qualità.

  6. Rosy

    Cara Giovanna non conoscevo questo dolce:sicuramente è favoloso,inoltre ti è venuto meravigliosamente bene:ha un aspetto splendido e una consistenza interna lievitata benissimo come piace a me,bravissima come sempre ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti:)).
    Un bacione:)).
    Rosy

  7. Serena

    Questo dolce è splendido! la sua elaborazione è lunga ma il risultato invoglia a provarlo. complimenti

  8. Fr@

    Da anni che voglio provarlo, mi hai fatto venire voglia.

  9. ipasticciditerry

    Sai che non l’ho mai fatto? Ce l’ho tra i dolci che voglio provare ma non sono ancora riuscita a farlo. Deve essere buonissimo, già lo vedo e non mi sembra nemmeno troppo difficile da fare. Mi devo decidere. Intanto ti faccio i miei complimenti, ti è venuto proprio bene! Buona settimana Gio, un bacio

  10. Rossella

    Che meraviglia di torta ! Complimenti !!!

  11. Gunther

    Questo lo conosco bene più se ne fanno e meglio viene, sei stata molto brava

  12. Luna

    No ma che meraviglia è questo dolce stupendo? 😀 Mamma che goloso poi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *