Pitta Maniata

Pitta Maniata

By 19 Marzo 2015

Ricetta tipica calabrese con cui si prepara un rustico il cui impasto è arricchito dai cicoli, ed ha un gustoso ripieno di salumi, uova sode e formaggi.

Ingredients

Instructions

Print

Pitta maniata

Per la rubrica regionale di Cucina e territorio di casa nostra è stato scelto un tema a me molto caro, perchè si parla di lievitati. Con le mie amiche infatti, abbiamo deciso di postare per l’appuntamento di oggi, una ricetta tipica della nostra regione, di un lievitato sia dolce che salato.

Ecco quindi le proposte di lievitati dolci e salati di Cucina e territorio di casa nostra per l’uscita di marzo:

Cucina del Friuli Venezia GiuliaPagnuts di fieste
Cucina del Piemonte:  blog in pausa
Cucina della Toscana:  Ilenia ci sta preparando una bellissima sorpresa
Cucina del Lazio: le pizzette con lo zucchero
Cucina della Campania:  la pizza marinara
Cucina della Basilicata: pucciddato
Cucina della Sicilia Piccoli panini ca’ulive
Cucina della Calabria (io): pitta maniata

La pitta maniata è una pizza rustica “manipolata, mescolata” che prevede l’aggiunta nell’impasto lievitato, dei cicoli di maiale, precedentemente sciolti.  I cicoli sono i residui delle frittole, altra preparazione tipica calabrese, con cui vengono cucinate in un pentolone detto caddara, le cotenne e altre parti meno nobili del maiale (muso, parte del collo, lingua, orecchie, gamboni ecc.). I cicoli vengono chiamati frisulimiti nel catanzarese, curcuci nel reggino, ciculi nella zona di Cosenza, micciunati nella Locride.

La pitta maniata deve il suo nome alla lavorazione dell’impasto che deve essere girato “maniato” per benino, in modo che i cicoli vengano distribuiti in maniera omogenea. L’impasto una volta steso, viene poi farcito con uova sode,  salumi e formaggi locali. In base ai propri gusti, si può aggiungere peperoncino piccante.

Solitamente la pitta maniata viene preparata a Carnevale, che è il periodo in cui si macellano i maiali, ma spesso la ritroviamo anche per la scampagnata di lunedì di Pasquetta.

Pitta maniata

pitta maniata1

Preparare l’impasto della pizza, ne occorrerà 500 g.  Non avendo molto tempo a disposizione, ho fatto la mia pizza con il lievito di birra ed ho preparato questo impasto preso dalla ricetta Voglia di pizza, con 500 g di farina.

Alcuni  aggiungono i cicoli da subito tra gli ingredienti dell’impasto, io ho preferito fare lievitare come al solito e aggiungerli dopo.

cicoli

cicoli

Una volta lievitato, aggiungere i cicoli precedentemente sciolti al microonde o sul fuoco con pochissima acqua.

Impastare per bene per fare assorbire il grasso in maniera omogenea e ricavare una sfoglia. Distribuirvi sopra il ripieno spezzettato, io avevo messo da parte un pò di cicoli e li ho spezzettati assieme al ripieno.

P1070016

E’ da dire anche che alcuni nell’impasto lievitato, mettono sia i cicoli che il ripieno e fanno un unico composto. Si sa nelle ricette tradizionali ci sono molte varianti, io mi sono ispirata a quella che prepara mia madre anche per quel che riguarda la forma della pitta maniata.

Rotolare la sfoglia dal lato più lungo e posizionare il rotolo in una teglia da ciambellone, precedentemente spennellata con olio d’oliva.

P1070017

Fare lievitare ancora per circa un’ora.

Spennellare di olio d’oliva e cuocere in forno caldo a 180° per circa 30 minuti. Deve essere dorata.

pitta maniata2

 

 

La rubrica di Cucina e territorio di casa nostra vi dà appuntamento al 19 Aprile e vi invita a visitare la sua pagina Face Book dove troverete tante curiosità e le ricette regionali pubblicate.

cucina regionala

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

15 Responses to Pitta Maniata

  1. Avatar
    Silvia

    cosa non darei per averne almeno un pezzetto! Un abbraccio SILVIA

  2. Avatar
    Carla

    Molto golosa la tua Pitta!!!
    Non conoscevo questi cicoli, ma forse li posso sostituire con lo strutto, che dici?
    Ottima ricetta per un pic-nic di pasquetta!
    Bravissima come sempre
    Baci

  3. Avatar
    stefania

    un rustico dal sapore intenso e goloso, credo che quella crosticina dell’impasto sia davvero molto croccante

  4. Avatar
    Audrey

    lo sai che amo queste cose… mamma mia che famina!!! Una delizia cosi fa venire l’acquolina 😀
    un abbraccio e buona serata cara

  5. Avatar
    zia consu

    Deve essere golosissima, che darei x l’assaggio 😛

  6. Avatar
    Chiara

    per me questo piatto è una vera novità !

  7. Avatar
    Alice

    una bomba di golosità, io adoro i lievitati e questo è veramente super!!!!
    baci
    Alice

  8. Avatar
    speedy70

    Questa gustosa ricetta non posso che rifarla… grazie cara!!!!

  9. Avatar
    mire pagliaro

    Buonissima la faccio anche io da noi i cicoli si chiamano. nuazzuli o risimoglie, come si vede che la Calabria è grande in ogni paese ci sono nome diversi 😉

  10. Avatar
    carmine

    molto bello conoscere queste tradizione di una regione molto distante da me una grande bella pitta complimenti

  11. Avatar
    Giovanna

    A quest’ora non posso vedere ste bontà! Un bacio

  12. Avatar
    Luna

    Oh mamma mia che delizia!!!!!! Mi è tornata la fame 🙂 Non conoscevo questa ricetta ma mi piace eccome!

  13. Avatar
    Rosy (Non solo cucine isolane)

    Ciao Giovanna, innanzitutto scusa per l’assenza ma mi trovavo in Sardegna con mio marito: abbiamo fatto una sorpresa ai miei ma il motivo principale sono le condizioni di salute di mia nonna che purtroppo non sta benissimo….
    ti faccio i miei migliori compimenti per questa preparazione, tipica della tua terra: gustosissima e meravigliosamente invitante, mi piace tantissimo, il ripieno della pitta è davvero troppo goloso:)) mi hai fatto venire l’acquolina nonostante abbia già cenato:))
    un bacione:))
    Rosy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.